Dal 13 aprile al 9 luglio si terrà a Napoli la mostra intitolata “Totò genio”, dedicata al “principe” Antonio De Curtis, simbolo della comicità italiana ed autore di canzoni e poesie. A quarant’anni dalla sua morte viene inaugurata una mostra monumentale, che avrà luogo in tre location d’eccezione: il Maschio Angioino, il Palazzo Reale e il convento di San Domenico Maggiore.

I visitatori viaggeranno indietro nel tempo, ripercorrendo la storia di questo artista geniale e poliedrico attraverso centinaia di documenti tra fotografie, filmati, costumi di scena, locandine di film, interviste, disegni, riviste e giornali d’epoca, spezzoni cinematografici e televisivi, manoscritti personali, lettere, cimeli e materiale inedito.

Maschio Angioino
Il percorso organizzato nella cappella palatina del castello si chiama “Genio tra i geni” ed è incentrato sul rapporto tra l’attore e i grandi maestri della cultura novecentesca. Saranno esposti i disegni di Federico Fellini e di Ettore Scola, gli schizzi di Pasolini per “La terra vista dalla luna”, episodio del film corale “Le streghe”, in cui diresse Totò e Silvana Mangano, oltre ad una selezione di interviste a Eduardo e Peppino De Filippo, Ugo Tognazzi, Dario Fo, Achille Bonito Oliva, Roberto Benigni, Andrea Camilleri, Carlo Verdone e Fiorello, che raccontano il loro legame con Totò e ciò che ha rappresentato per loro.

Palazzo Reale
Il secondo itinerario, che si terrà nella Sala dorica del Palazzo Reale, è intitolato “Totò, che spettacolo!” e metterà in mostra costumi di scena originali, filmati, installazioni multimediali e quattro poesie inedite. Il pezzo forte dell’esposizione è rappresentato dal celebre baule di scena che il principe De Curtis portava sempre con sé a teatro e sui set cinematografici.

San Domenico Maggiore
“Dentro Totò” è il titolo dell’ultima mostra, che si terrà nel refettorio del convento. Qui si potranno ripercorrere alcuni momenti della vita privata dell’artista, come il suo amore per Franca Faldini, il legame con Napoli, la passione per i cani e infine i suoi tre funerali: il primo a Roma, il secondo a Napoli e il terzo nel Rione Sanità, in cui era nato. L’allestimento si chiude con “Totò e il cinema”, dove sono esposti manifesti, locandine e foto di tutti i 97 film che lo hanno visto protagonista.

Informazioni

Dove: Maschio Angioino, Palazzo Reale, Convento di San Domenico Maggiore
Quando: dal 13 aprile al 9 luglio

Source: mostre